Martedì 21 Febbraio 2017
CERCA NEL SITO

   » ricerca avanzata
 Speciale Venezia 2010 - Speciale Filmcronache Venezia 2010 - Orizzonti  - THE FORGOTTEN SPACE 

THE FORGOTTEN SPACE   versione testuale

di NOËL BURCH, ALLAN SEKULA


The Forgotten Space è un documentario sui container, e per quanto questa premessa possa essere scarsamente invitante per lo spettatore, in realtà la pellicola presenta
motivi di interesse. Il container, infatti, è simbolo della modernità economica in quanto è la premessa per la diffusione delle navi cargo, e quindi per la meccanizzazione e
disumanizzazione del lavoro nei porti, per la crescita spropositata dei trasporti via mare, per l’aumento dell’inquinamento, per investimenti sbagliati e fallimentari, per
lo sfruttamento del lavoro dei trasportatori, per il successo delle economie orientali. Insomma, il container è in qualche modo il pretesto per raccontare un mondo economico
tutto sbagliato.
Il film è girato con grande suggestione nelle immagini, soprattutto delle enormi navi, piene di anonimi e geometrici container. C’è inoltre il sapiente inserto di film d’epoca e di interviste varie, ai protagonisti di questa storia sotterranea ma invasiva. Tutto, insomma, è ben fatto, ma manca quella compattezza del tema che obbliga a lunghe spiegazioni tramite la voce fuori campo, che finisce per annoiare a tratti.
 
Alessandro Cinquegrani